Posizionamento Siti Web SEO

La procedura per ottenere un sito in prima pagina

Non è semplice capire la procedura per avere un sito in prima pagina con la keyword; sicuramente un SEO su dieci non ci riuscirebbe.

Per cui, il ragionamento che deve essere applicato, è creare il maggior numero possibile di probabilità di finire in prima pagina con le keyword che interessano al cliente. Per prima cosa, verificare una volta al mese su Google Keyword Tool, lo strumento creato da Google AdWords, quanti utenti utilizzano quel tipo di keyword.

Poi, anche se non c’è garanzia di poter mantenere il primo posto, pure a pagamento (AdWords) in quanto si riceve, più o meno, lo stesso numero di clic di un pagina posizionata al 7° o 8° posto, controllare, dal menu “tipo di corrispondenza”, quante visite ci si può aspettare al mese.

E’ importante stabilire, per l’attività che si vuole potenziare, un criterio di ricerca con la keyword giusta, per ottenere il maggior numero possibile di visite, anche se è determinante ponderare la stessa keyword che potrebbe avere più siti competitor rispetto ad un’altra meno intuitiva con inferiori visitatori ma anche con un minimo di siti competitor.

Quindi non si tratta di scegliere una keyword rispetto all’altra ma di valutare in relazione alle caratteristiche della struttura e alle capacità di maggior contatti.

Una volta capito questo procedimento si avrà finalmente individuato la keyword principale da utilizzare.

Non è possibile adoperare entrambe le keywords perché l’eventualità di riuscire a posizionare il sito in prima pagina con tutte e due le keywords si riduce di molto.

In prima pagina si possono trovare solo i grandi portali che si possono permettere di spendere cifre considerevoli; nonostante questa disponibilità economica altri portali per ottenere visibilità sono comunque costretti ad affidarsi a Google AdWords.

Dopo aver individuato la keyword adeguata si cerca il nome del dominio adatto valutando se è già registrato. Nel caso fosse registrato, se ne cerca uno simile aprendo il sito di un priveder di servizi internet e cercando i domini ancora liberi.

Si può ricorrere al sito www.openbluhost.com Una volta verificato il dominio si registra, considerando un hosting economico (lo spazio web necessario + 5 caselle email) che costa circa 20 euro/anno. Infine si crea un sito statico in HTML, per cui, niente WordPress, Joomba, Drupal, Sitonline, 1&1 o altre piattaforme che consentono di creare facilmente un sito dinamico basato su CMS (Content Management System) ma che essendo un e-commerce si rischia di non vederlo in prima pagina.

Il sito statico si realizza scaricando dal sito Microsoft, Expression Web 4. Se non si è in grado di adoperarlo Expression Web si può ricorrere ad un qualsiasi altro editor HTML, meglio se visuale.

Oppure se si conosce l’HTML è sufficiente il blocco note di Windows per scrivere il codice.

About the author

devildesignart

View all posts