Come avviene la ricerca per la SEO

Come tutti sappiamo è fondamentale la SEO per ottimizzare il nostro sito sui motori di ricerca, tanto che gli esperti SEO sono molto richiesti e bene pagati, nel corso dell’articolo capiremo come avviene la ricerca per la SEO.

Se si vuole vendere un prodotto di qualsiasi genere è fondamentale inserirlo nella rete, dato che i consumatori ormai scelgono e acquistano sempre di più tramite internet.

Se avete un’azienda è necessario avere un sito che la pubblicizzi e che invogli i consumatori ad acquistare da voi.

Cos’è la SEO

La SEO è il termine per indicare l’ottimizzazione per i motori di ricerca, grazie alla SEO è possibile ottimizzare e migliorare il posizionamento dei siti sui motori di ricerca e di conseguenza aumentare il volume organico. Gli esperti SEO affiancano anche l’ottimizzazione in base alle differenze dei motori di ricerca, questo perché ogni motore di ricerca ha dei differenti algoritmi.

Tra le attività SEO:

  • Ottimizzazione del server;
  • Ottimizzazione dei linguaggi;
  • Ottimizzazione stringhe di codice e convalida;
  • Ottimizzazione della struttura del sito e del menu di navigazione;
  • Miglioramento dei contenuti testuali e di immagini che si trovano nelle pagine;
  • Ottimizzazione dei link interni al sito;
  • Miglioramento di accessibilità;
  • Codice sorgente e Backlink.

Sono molte le attività di ottimizzazione che un SEO specialist deve apportare per migliorare il sito in cui sta lavorando.

Vediamo ora cos’è l’intento di ricerca.

L’intento di ricerca per la SEO

L’intento di ricerca è un termine che è stato coniato nel 2002 ed è cruciale per una campagna SEO.

Il padre del termine “intento di ricerca “ è Andrei Broder e lui lo suddivide in tre differenti tipi:

  • Informational Search o Ricerche informative;
  • Transactional Search o Ricerche transnazionali;
  • Navigational Search o Ricerche navigazionali.

Ora vediamo come funzionano i tre differenti tipi di intento di ricerca.

Informational Search o Ricerche informative

Per prime troviamo le ricerche generiche, di solito vengono effettuate da persone che vogliono approfondire un argomento, se parliamo di vendite, queste ricerche non approdano all’acquisto finale, dato che sono generiche informative.

Anche se parliamo di conversione in questa parte della ricerca è quasi nulla.

Se avete un sito di vendita è molto importante riempirlo di contenuti e di risposte alle domande più ricercate nella rete di quel settore.

Se il vostro sito riesce a rispondere alle domande più richieste dagli utenti, anche il tasso di conversione aumenterà di molto.

Transactional Search o Ricerche transnazionali

In questo caso l’utente è pronto per effettuare l’acquisto, le ricerche transazionali sono collegate a vari prodotti che si trovano nella rete. L’utente fa delle domande o ricerche su Google più specifiche, che possono specificare l’intento di comprare.

Per un’ottimizzazione della SEO nel sito dovrebbero essere messe in termini di ricerca prima delle ricerche informative.

Navigational Search o Ricerche navigazionali

Con queste ricerche l’utente ha in mente un obiettivo preciso, sa quello di cui ha bisogno.

Google cerca di comprendere l’intento di ricerca di ogni singolo utente che ha digitato la quest e in base alla SERP fornisce i migliori risultati.

Come Google definisce i tre tipi di ricerca:

  • Know o anche delle ricerche informative;
  • Do o anche dette ricerche transnazionali;
  • Go o anche dette ricerche di navigazione.

La SEO per i motori di ricerca

Per fare la SEO per i motori di ricerca, in principio è necessario capire come funziona un motore di ricerca, come ragiona.

Un motore di ricerca o per nei seguenti modi:

  • Analisi del campo d’azione o anche detto crawling, questo avviene tramite dei robot;
  • Indicizzazione o anche indexing;
  • Risposta alle richieste dell’utente ovvero la SERP.

 Ecco perché è importante la parola chiave

La SEO lavora anche sulle parole chiave o anche dette keywords, queste sono i primi segnali letti dai motori di ricerca per la scansione di un sito.

Le parole chiave sono fondamentali per l’ottimizzazione di un sito, sono utili ad intercettare il traffico proveniente dalla ricerca organica.

L’esperto SEO lavora per intercettare la keywords più adatta all’argomento trattato e di maggiore rilevanza. Con Google si possono utilizzare i sinonimi delle parole chiave principali.

Conclusioni

Per migliorare il proprio sito web la maggior parte delle volte è necessario ricorrere ad un esperto di settore.

Un SEO specialist vi seguirà in tutte le parti dell’ottimizzazione, il costo per questo lavoro varia dai 900 € per blog e siti vetrina, fino ad arrivare a 1500 € per e-commerce e portali.

I costi possono inoltre variare da agenzia ad agenzia, molte di esse danno un servizio mensile, in modo che il vostro sito rimanga sempre in alto nei primi posti della ricerca e il costo si aggira dai 150 € mensili.

L’importante è che vi affidiate a dei professionisti, che vi possano risolvere al meglio le problematiche legate all’ottimizzazione.